cultura3.jpg
Cultura, Istruzione e Ricerca - 18/06/2012 18:23

Mostre: Lazzeri, volontariato culturale pari a quello sociale

Il segretario questore dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio toscano è intervenuto all’inaugurazione della mostra collettiva Opera Prima di poesia e fotografia che, apertasi oggi, rimarrà aperta a Palazzo Panciatichi fino a mercoledì 27 giugno

 

Firenze – “Esiste un volontariato culturale che non è meno generoso e significativo di quello sociale. Esistono persone che in modo del tutto gratuito, rubando tempo alla famiglia e al lavoro, s’impegnano quotidianamente per dare alla cultura in senso lato, alla poesia e alla fotografia nello specifico odierno, quell’apporto senza il quale le attività culturali di base, ma non solo di base, stenterebbero a rimanere in piedi ed a produrre, come nel caso del concorso Opera Prima, talenti e valori”.
Lo ha affermato il consigliere questore dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale della Toscana, Gianluca Lazzeri, intervenendo all’inaugurazione della mostra collettiva Opera Prima, tesa a dare visibilità alle opere di poesia e di fotografia premiate di recente dall’omonimo Premio nazionale promosso dall’associazione Giovanni Papini di Firenze. La mostra, inauguratasi oggi, rimarrà visitabile a Palazzo Panciatichi, sede dell’Assemblea toscana, fino a mercoledì 27 giugno con orario pomeridiano, dalle 14 alle 18, dal lunedì al venerdì.
All’inagurazione hanno partecipato, fra gli altri, Raffaele Masiero Salvatori e Pietro Berna dell’associazione culturale Giovanni Papini, i poeti Annamaria Vezio e Giancarlo Bianchi, il saggista Ottaviano de’ Medici. Prezioso il contributo anche del fotografo professioinista Stefano Ridolfi e dello scrittore Enrico Nistri che è anche presidente onorario dell’associazione Giovanni Papini.